CENT’ANNI DI TRASPORTO CITTADINO – dall’omnibus all’autobus (1880-1980)

Mostra dall’Archivio fotografico di Tper

Bologna, 4 – 29 settembre 2019 – Palazzo d’Accursio, Sala d’Ercole

A cura di Rosaria Gioia e Giuseppe Savini

Ottanta scatti per cento anni di trasporti a Bologna, l’omnibus, il tram, l’autobus, il bibus  un lavoro continuo, inesausto, che non può finire, che ha coinvolto migliaia di lavoratori bolognesi. Cambiano le vetture, spariscono i cavalli, arriva l’elettricità, bisogna moltiplicare i binari, i tram vanno fuori porta… Una lunga storia che si è potuta ricostruire attraverso le tante immagini conservate nell’archivio Tper – la cui digitalizzazione è stata recentemente portata a termine dalla Cineteca di Bologna – ma anche grazie alla disponibilità di altri archivi pubblici e privati.

La storia del trasporto pubblico è una grande epopea frutto di battaglie, invenzioni, progetti, scelte, investimenti e lavoro, e per questo tra i protagonisti di questo racconto ci sono donne e uomini che hanno fatto parte della grande comunità dei tranvieri, ai quali si aggiungono i passeggeri, protagonisti anonimi, che rendono necessario l’incessante movimento che le foto esposte in mostra congelano in un attimo. Infine gli incroci con la storia e le immagini del fascismo, della guerra e dei bombardamenti, gli scioperi, la stagione del’77 e la Strage del 2 agosto completano questo viaggio lungo cent’anni, firmato da fotografi importanti – come Paolo Bassanelli, Walter Breveglieri, Giuseppe Cavazza, Nino Comaschi, Aldo Ferrari, Umberto Gaggioli, Primo Gnani, Sam Haskins, Pietro Poppi, Enrico Scuro e Studio Camera – che hanno saputo raccontare come la concezione democratica del trasporto pubblico a Bologna sia cresciuta con la città e con i suoi cittadini, diventando anno dopo anno, un servizio sempre più essenziale e determinante, per la vita di tutti.